Messina, domiciliari per la maestra che picchiò gli alunni

MESSINA. Il tribunale del riesame di Messina accogliendo l'istanza del pm Camillo Falvo ha disposto gli arresti domiciliari per una maestra di 62 anni della scuola Luigi Boer di Messina, accusata di maltrattare e insultare i suoi alunni. La donna era stata solo sospesa per due mesi dall'insegnamento e la procura aveva presentato ricorso. Per il momento però l'ordinanza dei giudici del riesame è sospesa in attesa che si pronunci la cassazione. Per i giudici del riesame ci potrebbe essere pericolo di reiterazione del reato, per questo hanno ritenuto insufficiente la semplice sospensione della donna. Ad incastrare la maestra le denunce dei bambini che asserivano che spesso li insultava e li picchiava a volte anche con una bacchetta chiodata. La conferma di questi comportamenti venne dalle riprese delle telecamere installate in classe dalla polizia che ripresero la donna mentre malmenava i bambini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati