Comiso, dichiarato dissesto Buco da 25 milioni al Comune

Ora parte il risanamento coatto dell'Ente con la riduzione del numero dei dipendenti e l'aumento delle tasse per i cittadini

COMISO. Poco prima della mezzanotte il consiglio comunale di Comiso all'unanimità ha votato la delibera di dissesto economico dell'Ente. L'enorme 'buco' di bilancio, 25 milioni di euro, non era più gestibile e con la relazione contraria dei revisori dei conti, il massimo consesso cittadino ha preso atto del fallimento del comune di Comiso.
Ora parte il risanamento coatto dell'Ente con la riduzione del numero dei dipendenti e l'aumento delle tasse per i cittadini. Per il primo cittadino di Comiso, Giuseppe Alfano (Pdl), "il dissesto è dovuto all'ex sindaco Digiacomo che nel decennio in cui ha amministrato ha gonfiato gli introiti comunali a dismisura per assicurarsi la parità di bilancio".
Il capogruppo del Pd Salvo Zago ha chiesto le dimissioni del sindaco Alfano perché "le sue responsabilità sono evidenti a cominciare dalla previsione di una vendita di immobili di 7 milioni di euro nell'ultimo bilancio che poi non è stata realizzata".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati