Mafia, il questore di Palermo: Messina Denaro l'obiettivo del 2012

Zito: "Cosa nostra è in difficoltà e il superboss si sta facendo terra bruciata. Ci sono le condizioni per dire che l'anno nuovo sarà ricco di soddisfazioni"

PALERMO. La mafia è in difficoltà, attorno a Matteo Messina Denaro si sta facendo terra bruciata. Secondo il questore di Palermo, Nicola Zito, il 2012 potrebbe portare la cattura del superlatitante di Cosa nostra. E' l'auspicio che Zito ha formulato durante l'incontro con i giornalisti per gli auguri di fine anno.
"Gli aspetti repressivi mettono in evidenza - ha detto - che l'organizzazione mafiosa è in difficoltà. Cosa nostra è cambiata a causa della globalizzazione. Ma siamo cambiati anche noi: siamo molto più decisi, molto più forti e i risultati ci danno ragione". Per il questore di Palermo ormai "la strada é tracciata".
"Ci sono - ha aggiunto - tutte le condizioni favorevoli per dire che il 2012 sarà un ulteriore anno di soddisfazioni. E d'altra parte non c'é anno che la Questura non catturi latitanti". L'obiettivo grosso è proprio Messina Denaro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati