Ars, ddl sulle unioni civili: è scontro

Nervi tesi nella maggioranza attorno al disegno di legge che istituisce il registro regionale delle unioni civili, all'ordine del giorno dei lavori d'aula. L'aula ha votato il ritorno in prima commissione del testo. Sì alla ricollocazione del personale della Fiera del Mediterraneo

PALERMO. Nervi tesi nella maggioranza attorno al disegno di legge che istituisce il registro regionale delle unioni civili, all'ordine del giorno dei lavori d'aula. L'aula ha votato il ritorno in prima commissione del testo su richiesta del presidente della commissione Affari istituzionali Riccardo Minardo (Mpa) e dell'assessore regionale alla Famiglia Andrea Piraino che ha contestato al parlamento di non essere stato ascoltato sul provvedimento.  Contro la richiesta si erano espressi alcuni deputati del Pd, tra cui Pino Apprendi (firmatario del ddl), Giacomo Di Benedetto, Giovanni Panepinto e Lillo Speziale. A favore invece Giovanni Ardizzone Udc) e Paolo Colianni (Mpa), mentre il capogruppo degli autonomisti Francesco Musotto ha preso la parola contestando ai fautori del rinvio «un livello di oscurantismo che non ha limiti».  Alla fine, per alzata e seduta l'aula ha votato per il ritorno del ddl in commissione, tra le proteste di Speziale che chiedeva di ripetere la votazione con il presidente Francesco Cascio costretto a riprenderlo. Il voto non ha placato le contestazioni e Cascio ha così sospeso la seduta.

L'Ars ha approvato all'unanimità i disegni di legge sulla «Ricollocazione del personale dell'Ente autonomo Fiera del Mediterraneo» e sulle «Norme per il contrasto e la prevenzione della violenza di genere; con 47 voti favorevoli, 9 contrari e 2 astenuti il disegno di legge sulle "Norme in materia di partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie". Bocciato invece, con 19 voti favorevoli e 40 contrari, il disegno di legge sul Riconoscimento e valorizzazione della funzione educativa e sociale svolta dalle parrocchie, dagli enti ecclesiastici della Chiesa cattolica, dagli enti delle altre confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato una intesa ai sensi dell'articolo 8 della Costituzione e dalle comunità di recupero. I lavori riprenderanno  giovedì alle 11.30 con all'ordine del giorno la discussione del disegno di legge sull'autorizzazione per l'esercizio provvisorio per l'anno 2012 e disposizioni contabili.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati