Sicilia, Politica

Palermo, trasferiti i fondi Cipe per la Gesip

L'annuncio di Diego Cammarata: "Si tratta del raggiungimento di un risultato perseguito con caparbietà - dice - e che ci consente di avere le risorse per garantire liquidità alle Casse comunali. Inoltre la giunta ha approvato la variazione del Peg

PALERMO. Il ministero dello Sviluppo  economico ha trasferito i 45 milioni dei fondi Cipe destinati  alla Gesip. Il trasferimento delle somme è stato operato a  favore della Regione Siciliana che adesso trasferirà le risorse  al Comune di Palermo.      "Si tratta del raggiungimento di un risultato perseguito con  caparbietà - dice il sindaco Diego Cammarata tornato ieri sera  da Roma con la copia del decreto - e che ci consente di avere le  risorse per garantire liquidità alle Casse comunali. Si tratta  di un importante traguardo che permette al Comune di rispettare  gli impegni assunti e a molti lavoratori e alle loro famiglie di  vivere le festività con maggiore serenità e alla città di  potere contare sui servizi, importanti e necessari, resi dalla  Gesip".    


L'ordine di pagamento alla Regione è datato 12 dicembre e in  pochi giorni le somme saranno accreditate alle casse della  tesoreria comunale, come ha assicurato oggi l'assessore  all'economia Armao al sindaco Cammarata. L'accreditamento per  cassa entro il corrente anno sarà un contributo determinante al  raggiungimento del patto di stabilità sempre conseguito negli  anni dall'amministrazione guidata dal sindaco Cammarata.  Le risorse appena arrivate furono stanziate per il Comune di  Palermo, da destinare a Gesip, con una Ordinanza dall'allora  Presidente del Consiglio Berlusconi il 29 luglio scorso.  "In questi mesi - continua Cammarata - e anche nelle ultime  settimane c'é stato chi ha dubitato che queste risorse  arrivassero a Palermo. I fatti ci hanno dato ancora una volta  ragione". 


La giunta comunale di Palermo, su  indicazioni del sindaco Cammarata, ha approvato la variazione  dei Peg ripristinando il capitolo in favore dei teatri cittadini  (che destina 4 milioni al Teatro Biondo e 2 milioni al Teatro  Massimo) e rimpinguando molti altri capitoli di spesa destinati  agli interventi a carattere socio assistenziale, a cui vanno  oltre 3 milioni di euro. Si tratta di progetti in favore dei non  vedenti, dei disagiati fisici e psichici; dei pazienti dimessi  dagli ex ospedali psichiatrici, degli alunni disabili, dei  minori stranieri per l'emergenza nord-africa; delle associazioni  che gestiscono mense per i poveri ed è stata disposta la  erogazione di un contributo alle istituzioni scolastiche per il  servizio di assistenza specialistica.     


Sono state stanziate inoltre risorse per la manutenzione  delle scuole, del patrimonio comunale e del Parco Cassarà. E'  stato disposto l'acquisto di mezzi e strumenti per la Polizia  Municipale così da potenziarne gli interventi. Quasi 11 milioni  sono destinati ad Amat per un progetto di mobilità sostenibile  che prevede il potenziamento del car sharing e l'acquisto di  mezzi elettrici (biciclette e macchine elettriche) oltre  all'acquisto di 18 autobus ecologici a metano. Altri tre milioni  sono destinati ad Amg per la realizzazione di una stazione di  distribuzione del gas metano per il parco automezzi comunale e  l'ampliamento del sistema di video controllo del traffico.  Infine 2.800.000 euro sono destinati al Coime per la  sostituzione di mezzi inquinanti della flotta comunale con altri  a basse emissioni.     "Con la variazione del Peg - commenta il sindaco Cammarata -  abbiamo posto riparo al prelievo che in sede di assestamento in  consiglio comunale era stato operato con un emendamento dal  capitolo destinato ai teatri cittadini e ripristinato i fondi  tenendo fede ad un impegno assunto mesi fa. Dall'elenco delle  iniziative è facile intendere la cura e l'attenzione riservata  agli interventi di maggiore interesse della collettività ma  soprattutto alle fasce più deboli della popolazione e per  quanti garantiscono a malati e disabili l'assistenza di cui  hanno bisogno, così come emerge in maniera inequivocabile la  grave irresponsabilità di cui si è fatto carico il centro  sinistra nei due esercizi precedenti non consentendo  l'approvazione degli assestamenti di bilancio". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati