L'Inter batte il Genoa, Ranieri: siamo in crescita

Soddisfatto il tecnico dopo la vittoria a Marassi. "Con Forlan in campo miglioreremo ancora"

GENOVA. Si gode il successo Claudio Ranieri e la grande prova di Nagatomo, autore del gol vittoria. I tre punti gli danno anche lo spunto per polemizzare a distanza con Malesani sugli episodi della gara. Prima Nagatomo: "E' un giocatore completo che ormai fa tutto - ha spiegato il tecnico nerazzurro -. Credo che il risultato sia giusto - ha aggiunto - in fondo il Genoa ha fatto il primo tiro solo all'ottantesimo e poi nel finale l'arrembaggio è stato normale da parte di una squadra comunque in salute".
La seconda vittoria consecutiva ha mostrato una squadra in crescita, capace di risalire la classifica. " Non so se ho trovato la cassetta degli attrezzi per aggiustare tutto ma la squadra inizia a girare, siamo stati belli, compatti e determinati - ha detto Ranieri-. Quando vinci cresce anche l'autostima e si è visto. L'arbitro? Quando Malesani rivedrà la partita sarà più sereno". L'ultima battuta è dedicata a Milito e anche qui c'é una parola per il tecnico avversario.
"Milito è in gran forma gli manca solo il gol, fa un gran lavoro a tutto campo, ricuce l'attacco con il centrocampo, crea spazi e prende tante botte, che forse Malesani può vedere se si riguarda la partita. Presto avremo anche Forlan, che ha tanta classe".
"Se ci davano quel gol potevamo anche vincere". Alberto Malesani non manda giù le decisioni di Banti e dei suoi assistenti, specie sul gol annullato a Granqvist  che valeva l'1-0. "Ora cercheremo di assorbire questa sconfitta, dobbiamo leccarci le ferite. Ma oggi abbiamo tutto da recriminare, a parti invertite certe decisioni non sarebbero state prese. Non capisco come si possa annullare un gol così, questo ci fa male anche perché tu lavori tanto e poi...". Ma il tecnico rossoblù contesta anche l'azione che ha portato al gol di Nagatomo. "C'era un fallo netto di Pazzini su Dainelli ma questo nessuno l'ha visto". Chiara l'analisi della gara.
"Purtroppo non ho potuto prepararla bene e le soluzioni le ho trovato solo questa mattina. I primi 20/25' l'abbiamo interpretata in maniera meno coraggiosa e più attendista, nella ripresa ho corretto e siamo stati più aggressivi credo che alla fine chi sbloccava oggi avrebbe vinto e così è andata".
Quasi rassegnato Enrico Preziosi a fine gara. "Nel primo tempo avevamo solo Ze Eduardo in avanti e abbiamo lasciato troppo campo a loro, nonostante ciò non hanno fatto granché. Nel secondo tempo ci siamo fatti beccare su una palombella ed è stata un'ingenuità, la partita poteva finire benissimo 0-0, credo che sarebbe stato il risultato giusto". Preziosi ha poi commentato così gli episodi sotto osservazione. "L'Inter è una squadra in questo momento in grandissima difficoltà, hanno dei campioni che sono sul viale del tramonto e la verità è che la classifica dell'Inter è sconcertante per quelli che erano gli obiettivi. Il gol annullato? Forse il segnalinee è stato così bravo a prendere il millimetro, francamente io non riesco a coglierlo. Se c'é pazienza, vuol dire che c'é".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati