Il circo con gli animali? Diseducativo

Il circo è uno spettacolo affascinante per bambini e grandi. Mi divertono e mi piacciono molto i clown, i trapezisti, i giocolieri, gli acrobati, le ballerine, i comici, i mimi e i contorsionisti. Non mi piacciono e non mi diverte vedere gli animali (un po' mi fanno anche paura). Ogni volta che li vedo al circo, ho la sensazione che soffrano e abbiano sofferto per imparare a fare gli esercizi (altri hanno la certezza). Ora io mi chiedo.... E' naturale per un elefante alzarsi su due zampe o saltare su uno sgabello? O per dei felini saltare attraverso cerchi? E' naturale per un cavallo ballare?  E' naturale per un pappagallo andare sui pattini? Io credo e crediamo di no! Per non parlare dei lunghi viaggi che devono affrontare e il soggiorno obbligato per il resto del tempo in gabbie. Quest'anno ho visto anche i pappagalli. Gli animali privati dei loro istinti, e del loro diritto di vivere in mezzo alla natura, nel loro habitat, nella loro terra d'origine. Gli animali non hanno commesso nessun reato che giustifichi la loro prigionia, la loro umiliazione e fatica durante gli spettacoli. Un circo con gli animali è anacronistico. Io preferisco vedere gli elefanti nella loro terra d'origine, non sotto una tenda. Il circo con gli animali non è educativo per i bambini. E' naturale per un bambino osservare un animale terrorizzato dalla frusta? Io penso che sia educativo per i bambini osservare gli animali nel loro habitat naturale. Io sarei disposta anche a pagare il doppio del biglietto, a condizione che gli animali non siano più utilizzati, e si valorizzi la bravura dei giocolieri, trapezisti, clown, comici, mimi e contorsionisti.
Anna Marchese

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati