Manovra, Lombardo: non c'è nulla per il sud

"Il primo incontro che avremo con l'assessore al Bilancio e con i tecnici sarà su come fare riquadrare i numeri, perché oltre al taglio di un miliardo della scorsa manovra purtroppo se ne aggiungono altri 400"

CATANIA. "Nella manovra non trovo iniziative che si ispirino a quella equità che, per quanto ci riguarda, dovrà voler dire misure a favore del Sud e dei più deboli. Magari ci saranno, o saranno oggetto di iniziative successive, ma per la crescita del Mezzogiorno, per le infrastrutture del Sud, non vedo nulla".
E' il commento alla manovra del governo Monti che il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo ha espresso rispondendo a Catania alle domande dei giornalisti, a margine di un incontro organizzato dopo l'atterraggio dell'aereo con Laura Salafia, la studentessa ferita, tornata oggi in città. "Dobbiamo rivedere di sana pianta i nostri conti - ha aggiunto Lombardo -. Abbiamo fato bene, ovviamente, a non cominciare parlarne. Vado a Roma oggi perché dobbiamo occuparci di alcuni temi importanti". "Domani pomeriggio - ha concluso Lombardo - il primo incontro che avremo con l'assessore al Bilancio e con i tecnici sarà su come fare riquadrare i numeri, perché oltre al taglio di un miliardo della scorsa manovra purtroppo se ne aggiungono altri 400".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati