Vinciullo lascia il gruppo Pdl: calpestata autorevolezza

Il parlamentare protesta per la mancanza di copertura finanziaria dei disegni di legge contro la violenza sulle donne, per il sostegno agli oratori e delle associazioni antiracket

PALERMO. "Lascio il gruppo Pdl e aderisco al gruppo misto: questa situazione permarrà fino a quando i disegni di legge contro la violenza sulle donne, per il sostegno agli oratori e per il sostegno alle associazioni antiracket verranno inseriti all'ordine del giorno". Lo ha detto il deputato Vincenzo Vinciullo (Pdl) intervenendo alla ripresa dei lavori all'Ars dopo la sospensione per la riunione dei capigruppo.
"C'era l'impegno a discutere i disegni di legge, ma un funzionario dell'assessorato all'Economia con una lettera ha fatto sapere che non c'é la copertura finanziaria sui tre ddl, nonostante appena ieri proprio l'assessore Gaetano Armao avesse assicurato la copertura. Questo parlamento - ha concluso - ha ormai perso autonomia, è stata calpestata la sua autorevolezza legislativa".
"Chiedo le dimissioni del capo di gabinetto dell'assessore Armao e anche dello stesso assessore - aggiunge Vinciullo - qualora lo stesso non intervenga, immediatamente, per sconfessare il suo capo di gabinetto che, oltre al Parlamento, ha sconfessato lo stesso Armao, in quanto ha dichiarato cosa esattamente opposta".
Per il deputato "quello che è successo è l'ulteriore dimostrazione di come questo governo regionale sia assolutamente insensibile alle istanze che provengono dal territorio e sia un cancro che rischia di divorare la Sicilia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati