Giampilieri, consulenze per quasi 900 mila euro

Tra i nomi anche quello di un ventiduenne, studente a Giurisprudenza. Per lui circa 33 mila euro. Tanti gli ingegneri che si sono occupati di progettazione per la ricostruzione, consolidamento, studi geologici, studi di rocce e pendii, pianificazione territoriale, prevenzione, riassetto del territorio

MESSINA. Quasi novecentomila euro di consulenze per l'emergenza Giampilieri e Scaletta. Tanto ha speso il governatore della Sicilia Raffaele Lombardo nella doppia veste di presidente della Regione e di commissario straordinario per l'emergenza alluvione. Le determinazioni, con i nomi, i curricula professionali e i relativi importi sono pubblicate tra tutti gli incarichi affidati dalla Regione nel sito ufficiale della Presidenza. Tra i nomi anche quello di un ventiduenne. Si tratta di FRANCESCO MICALI che abita a Giampilieri Superiore.
Per lui due delibere per lo stesso incarico portato a termine sino al 31 ottobre scorso. Micali, si legge nel curriculum ha conseguito la maturità classica. È studente della facoltà di Giurisprudenza ed è diplomato al conservatorio in pianoforte. È consulente all'organizzazione delle sede operativa di Messina, all'informazione alla cittadinanza delle zone alluvionate, alla progettazione e alla ripresa economica e sociale del territorio. La prima determina copre il periodo dal 12 marzo al 12 settembre 2010 e stanzia un importo di 11.076 euro. La seconda invece copre il periodo che va dal 13 novembre 2010 al 31 ottobre 2011 e stanzia 22.152 euro.
Tanti invece gli ingegneri che si sono occupati di varie materie: progettazione per la ricostruzione, consolidamento, studi geologici, studi di rocce e pendii, pianificazione territoriale, prevenzione, riassetto del territorio. Di seguito elenco e importi lordi erogati: agli ingeneri ANTONIO FERRARO e CINZIA LA ROCCA in due diversi periodi coperti nei due anni sono andati rispettivamente 37.482,46 euro e 37.645,28. E ancora: all'ingegnere MARCO NICOLOSI, 12.001,28 All'ingegnere ANTONIO RUGGERI (che si è occupato degli aspetti organizzati dell'ufficio del soggetto attuatore), 12.000 euro.
In lista anche alcuni architetti: FELICE ZACCONE, 36 mila euro e DARIO LA FAUCI, 27 mila euro (per l'impegno in entrambi i casi in due diversi periodi di riferimento). GABRIELE AMATO si è occupato nei due anni post alluvione dell'innovazione tecnologia e del sistema informatico per un costo complessivo di 33.228 euro. Al geologo VINCENZO PINIZZOTTO sono andati 13.309 euro. Per ANGELA FUNDARÒ, che si è occupata da gennaio a ottobre 2011 del raccordo tra il commissario e gli uffici del soggetto attuatore e dei rapporti con la stampa, sono stati stanziati 20 mila euro. Da supporto al lavoro del soggetto attuatore ha fatto CALOGERO SIRNA sino alla fine di ottobre a partire dal 26 luglio dell'anno prima. Per lui 37.733 euro. A NICOLA CASAGLI, geologo, due incarichi in due diversi periodi. In tutto: 114.333 euro. Agli ingegneri ERMINIA RACITI e VINCENZO MARCO NICOLOSI stesso importo e stesso periodo (da novembre 2010 ad ottobre 2011): 25.644 euro. Stesso importo anche per la consulenza del geologo ROSARIO CAMINITI: 25.644 euro. All'ingegnere MICHELE MAUGERI consulenze da 116.999 euro. All'ingegnere ENRICO FOTI che si è occupato in particolare dell'assetto idrogeologico consulenze da 115.499 euro. All'architetto MARCO NAVARRA due diverse consulenze per due periodi. Complessivamente: 110.166 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati