Comunali di Palermo, Idv: nel Pd ancora amibiguità

"Sul senso e sul quadro delle alleanze delle primarie e sulle candidature da esprimere, sono ancora una volta subalterni a Lombardo"

Sicilia, Politica

PALERMO. "Continua da parte della dirigenza regionale e provinciale del Pd, per le prossime elezioni amministrative a Palermo, la triste sagra delle ambiguità sul senso e sul quadro delle alleanze delle primarie e sulle candidature da esprimere, apparendo ancora una volta subalterna a Lombardo, alle sue strategie di occupazione del potere e di sistematica distruzione del centrosinistra a Palermo e in Sicilia".
E' quanto scrivono in una nota congiunta Fabio Giambrone, segretario regionale Idv e Pippo Russo, segretario provinciale Idv di Palermo. "Quando il segretario regionale del Pd Giuseppe Lupo e quello provinciale Enzo Di Girolamo - aggiungono - parlano di primarie, a quale primarie si riferiscono? A quelle tutte interne al Pd? A quelle con l'Mpa di Lombardo? A quelle con il Terzo Polo (che non ci sta) e con l'Mpa? Ormai è chiaro che Lupo e Di Girolamo - aggiungono Giambrone e Russo - si riferiscono a primarie ambigue, paravento di inaccettabili alleanze".
Italia dei valori ha sempre dichiarato e conferma, ancora una volta, che accetta di celebrare soltanto primarie con le forze politiche, tutte quelle ed unicamente quelle, del centrosinistra, dei movimenti e delle associazioni. E' inaccettabile la pervicace intenzione di dirigenti del Pd di allargare, a Palermo, l'alleanza ai partiti del Terzo polo e all'Mpa di Lombardo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati