Arresti di mafia a Catania, i nomi dei coinvolti

CATANIA. Sono quattro le persone arrestate dalla squadra mobile di Catania  per sette rapine e un duplice tentativo di omicidio commessi tra il capoluogo etneo e il Siracusano. Sono Attilio Bellia, 33 anni, Salvatore Di Mauro, 46, Angelo Ragonese, e Grazia Diolosà, 30, alla quale sono stati concessi i domiciliari. Nell'inchiesta c'é anche un'altra indagata in stato di libertà: le due donne avrebbero 'recuperato' con un'auto loro presunti complici dopo un assalto a una banda nel Siracusano.
L'ordinanza, emessa dal Gip Santino Mirabella, su richiesta dei pm Pasquale Pacifico e Fabrizio Aliotta, è stata notificata in carcere a latri 13 indagati: Agatino Zappalà, 22 anni, Giuseppe Musumeci, 23, Sebastiano Lo Giudice, 34, Antonino Gianluca Stuppia, 26, Salvatore Bonaccorsi, 24 anni, Salvatore Fiorentino, 47 anni, Orazio Musumeci, 29, Daniele Musumeci, 33, Vincenzo Battiato, 38, Maurizio Carcione, 40, Antonino Oscini, 30, Orazio Cunsolo, 49, Massimo Vinciguerra, 33.
Al centro delle indagini ci sono complessivamente sette rapine: a un magazzino di stoccaggio della zona industriale (il 12 settembre del 2007), a un gioielliere di via Garibaldi per un bottino da 6mila euro (5 dicembre 2007), a un autotrasportatore (20 dicembre 2007), a una gioielleria di via Garibaldi per un bottino da 80mila euro (27 dicembre 2007), a un negozio di abbigliamento gestito da due cinesi rimasti feriti con colpi di arma da fuoco durante l'assalto (31 dicembre 2007), all'agenzia della Banca Antonveneta di Avola (Siracusa) per un bottino di 155mila euro (4 gennaio del 2008), e a una gioielleria di via Garibaldi per un bottino da 40mila euro (23 gennaio 2008).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati