Giovani e alcol, una giornata di approfondimenti a Vicari

VICARI. Conoscere gli adolescenti di oggi, scoprire quali sono le loro abitudini, come trascorrono il tempo libero e qual è il loro comportamento rispetto al consumo di alcol, una moda che inizia a diffondersi sempre più spesso talvolta per noia o per farsi accettare dal gruppo. Questi i temi centrali della conferenza “Giovani e alcol: parliamoci su!” in programma lunedì 14 novembre a Vicari. Una giornata di approfondimento sul tema dell’abuso di alcol tra le giovani generazioni voluta dall’amministrazione comunale con l’intento di avviare un percorso di riflessione e confronto nell’ambito degli interventi di promozione della salute e prevenzione dei comportamenti a rischio dei giovani.  L’iniziativa, realizzata con il patrocinio dell’assessorato regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali e la collaborazione dell’associazione per la Mobilitazione Sociale Onlus (Ams Onlus), sarà articolata in due sezioni, una dedicata principalmente agli studenti mentre l’altra riservata in particolare a chi opera nel settore sociale. La prima parte si svolgerà dalle 9:30 alle 13:00 presso la Sala Libertà di via Dante e coinvolgerà studenti e operatori sociali. Momento centrale della mattinata sarà la proiezione del video “Giovani e alcol: parliamoci su!” che raccoglie le interviste realizzate dall’Ams Onlus ad alcuni ragazzi di Vicari.
L’evento sarà presentato da Massimo Minutella con la partecipazione del cabarettista Ivan Fiore. Parteciperanno, tra gli altri, l’ispettore della polizia stradale, Luigi Martusciello e il professore Alberto Pellai dell’Università di Milano. La seconda parte invece avrà inizio alle 16:00 presso palazzo Pecoraro – Maggi, sempre in via Dante. Si tratta di una tavola rotonda rivolta a istituzioni, operatori sociali, insegnanti e genitori.  «La conferenza – afferma il sindaco di Vicari, Gaetano Calato – vuole essere un’occasione di scambio di buone prassi e di esperienze finalizzate a informare e sensibilizzare i giovani sugli effetti dell’abuso di alcol nonché migliorare le conoscenze degli operatori del mondo del socio-sanitario». «L’obiettivo finale - aggiunge l’assessore comunale alle Politiche Sociali, Dario Pellegrino - è  individuare delle strategie innovative nell’ambito delle politiche sociali che potremo mettere in atto in maniera efficace ed efficiente soltanto partendo dalla conoscenza attenta degli adolescenti del nostro territorio».  «Una recente ricerca – afferma il presidente dell’Ams Onlus, Marco Marchese – ha dimostrato quanto l’alcol è presente nella vita degli adolescenti: nella provincia di Palermo il 72,9 per cento lo ha già consumato e che nella maggior parte dei casi lo ha fatto tra i 13 e i 16 anni. Questo testimonia un diffuso comportamento che richiede una particolare attenzione data la facilità di associazione con la ricerca dello sballo e dell’ubriachezza che alla guida rappresenta una delle principali cause degli incidenti mortali».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati