Palermo, la raccolta differenziata che non differenzia

Sono un cittadino palermitano residente in via Libertà, dove da ormai diversi mesi è iniziata la raccolta differenziata con un metodo a dir poco incomprensibile, praticamente ormai sono schiavo del comune di Palermo che mi indica i rifiuti da gettare secondo un programma stilato da non so chi e per quale assurdo motivo. In pratica i rifiuti organici vengono raccolti solo tre volte la settimana, la plastica e la carta solo una volta la settimana,i materiali non riciclabili due volte la settimana e la domenica non si possono gettare rifiuti. Questa originale ed improponibile soluzione nasce dall'esigenza di far sparire i cassonetti classici della raccolta dalle strade perché considerati scomodi ed antiestetici da non si capisce quale genio, almeno cosi riporta la brochure per la raccolta fornita dal Comune che indica le modalità ed i giorni designati. Io mi chiedo ma non si poteva fare come in tutte le altre città d'Italia dove la raccolta differenziata viene effettuata con la presenza di diversi cassonetti di raccolta divisi secondo la natura dei rifiuti ed ognuno è libero di gettarli in qualsiasi giorno della settimana? Inoltre sono stati distribuiti ai portieri degli stabili dei mini raccoglitori che vanno portati in strada solamente la sera e che durante il giorno vengono richiusi con dei lucchetti, serrati a chiave come se contenessero oggetti di valore! Io trovo tutto ciò assurdo e penso che l'ultimo problema della nostra splendida città fosse la presenza dei cassonetti dei rifiuti ai bordi delle strade, cosa che avviene in tutte le città  ''normali''. La ciliegina sulla torta è rappresentata dal fatto, che nonostante ci si complica la vita per cercare di seguire le improbabili indicazioni fornite dal Comune per partecipare alla giustissima raccolta differenziata, si scopre attraverso svariati servizi televisivi di carattere regionale che in realtà una volta raccolti separatamente i rifiuti vengono poi ammassati tutti insieme nelle discariche per mancanza delle risorse necessarie e delle macchine necessarie per il recupero dei materiali riciclabili, concludo dunque ringraziando di cuore la nostra amministrazione comunale per questa eccezionale rivoluzione che senza dubbio ha migliorato la qualità della vita dei cittadini palermitani.            
Gabriele Vazzano, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati