Maltempo, a Palermo navi partono in ritardo: ferito un agente

I disagi sono stati causati dal forte vento. Passeggeri esasperati si sono scontrati con i poliziotti. Il traghetto da Cagliari approda dopo diverse ore di attesa. Qualche volo annullato all’aeroporto

PALERMO. Più che in aeroporto, come si temeva alla vigilia, i disagi più gravi il forte vento di scirocco, li ha provocato nei collegamenti marittimi. Il porto di Palermo è stato al centro di tensioni e diversi collegamenti cancellati o partiti in forte ritardo. Momenti di tensione tra forze dell'ordine e passeggeri si sono registrati su due navi dirette in Tunisia la Sorrento e la Zeus Palace della Grandi Navi Veloci che dovevano partire attorno alle tredici di ieri pomeriggio sono salpate a tarda notte quando il vento è calato d'intensità. Il ritardo nella partenza dovuto alle condizioni meteo, ha esasperato i tanti passeggeri tunisini che hanno inscenato proteste arrivando con momenti di scontri con i poliziotti, chiamati per cercare di mantenere l'ordine e riportare la calma in porto. Nel corso degli scontri un poliziotto sarebbe stato ricoverato, non in gravi condizioni, in ospedale. Alcuni collegamenti sono saltati completamente. Non sono partite le navi e gli aliscafi per Ustica.Non è salpata la nave Toscana della Tirrenia diretta a Napoli. Singolare la vicenda dei passeggeri provenienti da Cagliari. A bordo della nave Lazio sempre della Tirrenia sono rimasti fuori dal porto dalle 12 fino a tarda sera. Uno dei tanti viaggi tra le isole che difficilmente dimenticheranno i passeggeri che con il forte vento che ha soffiato con raffiche molto intense, hanno sofferto non poco a bordo della nave. Dal porto alla città. Le ville comunali sono state chiuse per evitare pericoli per caduta rami. La Gesap ha mantenuto per tutta la giornata alto il monitoraggio della forza del vento nell'aeroporto. Si sa che con lo scirocco gli atterraggi e i decolli sono a rischio. Durante la giornata si è registrato qualche ritardo da Fiumicino. Il volo per Pantelleria è stato cancellato. In provincia a Partinico il tetto dell'ex cinema Bellini in via Baida è stato scoperchiato dalla forte vento. Decine le chiamate giunte ai centralini dei vigili del fuoco. Il vento ha fatto crollare alcuni rami e qualche pezzo delle antiche mura di porta Montalto nei pressi dell'ospedale dei Bambini. La strada, uno dei pochissimi accessi all'ospedale, è stata chiusa e transennata per il rischio crolli delle mura di una delle porte più antiche di Palermo fatta erigere nel 1637. Un vera iattura per la zona alle prese con numerosi cantieri che hanno pesanti ripercussioni sul traffico: la buca in piazza Indipendenza, il restringimento in corso Vittorio Emanuele, i lavori in corso Tukory per il raddoppio della linea ferrata. Il vento di ieri ha causato gravi danni in altre zone del capoluogo. La maggior parte delle richieste riguardano al momento alberi abbattuti, cartelloni pubblicitari e pali divelti lungo alcune sedi stradali. Squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella zona di via Libertà, nel parco della Favorita, lungo la strada per Bellolampo, a Palermo. Un palo dell'illuminazione è caduto in via Sferracavallo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati