Palermo, operazione pulizia nei cimiteri comunali

Cancelli chiusi ai Rotoli, Cappuccini e Santa Maria di Gesù per un intervento straordinario. La riapertura alle 7 del primo novembre

PALERMO. Cimiteri comunali chiusi per riaprire il primo novembre. Il camposanto di Santa Maria dei Rotoli insieme a quelli dei Cappuccini e Santa Maria di Gesù chiudono i cancelli ai cittadini a partire per le operazioni di pulizia straordinaria prima delle prossime festività di Ognissanti e della Commemorazione dei defunti. I cimiteri riapriranno giorno 1 mattina a partire dalle ore 7 e resteranno aperti con orario continuato fino alle 18. Stesso orario sarà osservato giorno due novembre.
La Gesip, guidata dal commissario liquidatore Massimo Primavera, si prepara a grandi operazioni di pulizia che sono già cominciate questa settimana con lo sfalcio dei campi d’inumazione ai Rotoli: «Le operazioni di diserbo continueranno anche domani (oggi per chi legge, ndr) – come ha dichiarato il responsabile cimitero dei Rotoli Nicola Presti – negli spazi tra una sepoltura e l’altra e lungo tutti i viali del camposanto». Il secondo giorno gli operai di Gesip si occuperanno dello svuotamento di tutti i cassonetti ed infine, il terzo, della manutenzione e della pulizia delle tre batterie di bagni.
«Controlleremo le porte e – ha fatto sapere Presti – faremo delle riparazioni oltre a mettere carta igienica e sapone». Operazioni anche ai limiti della zona interdetta: «Rimetteremo della rete da lavoro rossa – ha dichiarato Presti – lungo il perimetro dell’area chiusa del cimitero e l’ennesimo lucchetto e l’ennesima sbarra per evitare l’accesso con l’auto al viale nei pressi del forno crematorio: ne avrò presi almeno una quarantina – aggiunge – ma ogni volta è tutto inutile perché trovo regolarmente la catena tranciata da qualcuno munito di cesoie». Gli uomini della Gesip hanno anche previsto un servizio internet con del personale che aiuterà a rintracciare i defunti di cui non si conosce la collocazione esatta e un contenitore dove i cittadini potranno lasciare le loro rimostranze o consigli.
In strada ci saranno inoltre circa 150 carabinieri e 100 mezzi che garantiranno perlustrazioni in auto a Palermo e nei comuni della provincia. Numerose saranno le pattuglie, anche a piedi, per la prevenzione di reati predatori quali scippi e borseggi e saranno intensificati i controlli soprattutto nelle aree di maggior interesse turistico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati