Maltempo in Liguria, recuperato il corpo del volontario scomparso

Si tratta di Sandro Usai, 40 anni. Lo ha confermato il sindaco di Monterosso. Il cadavere è stato recuperato nei pressi di Punta Mesco, nei pressi di La Spezia

GENOVA. Nona vittima ufficiale per l'ondata di maltempo che ha colpito Liguria e Toscana nei giorni scorsi. Il corpo recuperato in mare dai  sommozzatori dei vigili del fuoco a Monterosso è quello del  volontario scomparso Sandro Usai, 40 anni. Lo ha confermato il  sindaco di Monterosso. Il cadavere è stato recuperato nei  pressi di Punta Mesco ed è stato caricato su un gommone della  Guardia Costiera e portato a La Spezia. E' scoppiata in  lacrime Elena, la moglie del volontario Sandro Usai scomparso  martedì durante l'alluvione mentre cercava di portare in salvo  dei compaesani, quando le hanno dato la notizia del  ritrovamento.


"Lo stava cercando senza sosta - ha spiegato il  sindaco di Monterosso Angelo Betta, che ha cercato di darle  conforto -. Ha chiesto di averlo subito a terra ma per  disposizione della magistratura il corpo sta andando a La Spezia  su un battello. Abbiamo organizzato una seconda barca per lei e  per i parenti stretti. Vorremmo averlo qui al più presto".    


Il ritrovamento è avvenuto davanti a Punta Mesco, a ponente  del porticciolo del paese. Lì la moglie Elena era andata a  cercarlo più volte, accompagnata anche da un'unità cinofila  dei Vigili del fuoco.     "Lo hanno trovato quelli del battello di linea che stava  venendo da Levanto a Monterosso - ha spiegato il sindaco -,  hanno visto una giacca gialla affiorare e hanno avvertito i  soccorsi". Il corpo era a pancia in giù, la scritta sul  giubbotto di servizio dei volontari antincendio del paese ben  visibile sulla schiena: "non è stato neppure necessario  rivoltarlo per capire che era lui" dice commosso il  sindaco. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati