Palermo, si presenta il Manifesto dei professionisti liberi

PALERMO. Saranno presentati sabato 15 a partire dalle 9,30 al Teatro Biondo di Palermo i primi mille professionisti firmatari di un Manifesto impegnativo di lotta antimafia.

Nel Manifesto, che pone la deontologia alla base dell’esercizio delle professioni, un decalogo
prevede non si possa prestare nessuna forma di consulenza o attività professionale a chi è già
condannato o anche solo imputato per mafia.
L’associazione Professionisti Liberi nasce col sostegno di Addiopizzo e Libero Futuro, per
continuare la lotta alla mafia comprendendo, dopo i commercianti ed i consumatori, coloro i quali
esercitano professioni intellettuali. Il Manifesto vuole mettere insieme una rete di professionisti
onesti, che con il loro impegno personale e la loro testimonianza, pretendono l’osservanza delle
regole deontologiche da tutti gli iscritti agli ordini professionali, purtroppo spesso disattese da
coloro che dovrebbero vigilare. Gli aderenti al comitato sostengono, inoltre, che la meritocrazia
debba sempre essere al centro delle scelte pubbliche di selezione dei professionisti.

La raccolta firme dei Professionisti Liberi continuerà in tutto il Paese, per raggiungere al più presto
l'ambizioso traguardo delle 5.000 adesioni.

A coordinare l’evento di sabato mattina, Enrico Colajanni, presidente di Libero Futuro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati