Alvarez punta sulla tradizione: "Col Milan ho sempre fatto bene"

L'esterno del Palermo ha recuperato e ha ricominciato ad allenarsi in gruppo. "L'infortunio è alle spalle. Miccoli? Può farcela per sabato"

PALERMO. Recuperato, fisicamente e mentalmente. Edgar Alvarez è tornato ad allenarsi col gruppo rosanero e si candida subito per una maglia da titolare a San Siro contro il Milan. «Anche perché a Milano ho sempre giocato bene. Giocare in questo stadio contro il Milan è stimolante, e lo sarà anche per la squadra. Ho affrontato i rossoneri con le maglie di Bari, Messina e Cagliari. Inoltre, c’è un calciatore del Milan che ho messo in difficoltà, ma preferisco non dirlo, perché gioca ancora».
Fascia destra o sinistra, nessuna differenza. Insomma, Alvarez vuole riprendersi la sua fascia. E non importa se la corsia non dovesse essere quella destra. «Ho anche giocato a sinistra, ad esempio contro l’Atalanta, e non ho trovato differenze. Se il mister me lo chiedesse, anche durante la partita, non avrei problemi». E le indicazioni durante il primo allenamento di ieri sono più che postive. «Non ho avuto nessuna sensazione negativa. Il mio infortunio è ormai lasciato alle spalle e l’allenamento di ieri mi è servito anche dal punto di vista mentale perché mi ha dato sicurezza. Di questo, devo anche dire grazie allo staff».
"Da fuori ho visto un gruppo unito". Se, invece, c’è una cosa positiva del fatto di essere rimasto fuori per infortunio, è l’aver potuto osservare la squadra dall’esterno e averla conosciuta meglio. «Anche senza di me si è giocato alla stessa maniera, ed è chiaro che bisogna lavorare molto per guadagnarsi un posto. Come ho visto la squadra fuori dal campo? È una sensazione diversa, si vedono meglio le cose che si possono migliorare. Quello che ho notato di più, però, è l’unione del gruppo, ma per quanto riguarda gli obiettivi, credo che il Palermo debba sempre ragionare alla partita che c’è davanti».
"Mangia fa sentire tutti importanti". E se l’esterno ex Messina e Bari ha visto un gruppo unito e forte sul campo, gran parte del merito è di Devis Mangia. «Ha fatto stare bene tutti mentalmente, facendo sentire tutti importanti. Riesce a sfruttare al meglio le caratteristiche di ogni giocatore».
Sabato contro un Milan arrabbiato. Alvarez, inoltre, presenta la partita contro il Milan di sabato sera. I rossoneri saranno affamati, ma Alvarez gioca per la vittoria. «Dovremo essere uniti e compatti. Più che al Milan, dovremo pensare al nostro approccio e con queste squadre, è più facile trovare quello giusto. Poi il Milan è sempre il Milan, in più li troveremo arrabbiati perché non hanno raggiunto i risultati che volevano in queste prime giornate».
"Miccoli? Con le cure che ha fatto, può farcela". E per batterlo, magari, il Palermo potrebbe contare sul recupero di Miccoli, una bestia nera del Diavolo. E ci conta anche Alvarez. «È il giocatore che fino ad ora mi ha impressionato di più. Sembra che abbia le mani al posto dei piedi. Spero che possa essere in campo sabato, con le cure che ha fatto in questi giorni, potrebbe farcela. Fabrizio può darci una grossa mano».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati