Termini, sindacati: "Incontro con Di Risio positivo"

Viene giudicato come un passo in avanti l'apertura delle trattative con l'imprenditore della Dr Motors. Ma restano ancora alcuni nodi da sciogliere come la cassa integrazione

PALERMO. Ci sono ancora diversi nodi da sciogliere nella vertenza Fiat di Termini Imerese, ma secondo i sindacati l'apertura delle trattative con l'imprenditore molisano Massimo Di Risio è un "passo avanti".    "Resta aperta la questione cassa integrazione e accompagnamento alla pensione per gli operai della Fiat - dice il segretario provinciale della Uilm Vincenzo Comella, che ha partecipato alla riunione al ministero dello Sviluppo economico con Dr - Ancora una data non c'é, ma non escludiamo, che l'incontro possa svolgersi nei prossimi giorni, mentre per l'indotto bisogna ancora trovare la quadra".    "Il tempo stringe - aggiunge il segretario provinciale della Fiom Roberto Mastrosimone - e molto dipende dalla Fiat. La discussione è ancora aperta. Non abbiamo un pregiudizio su Dr, c'é bisogno però di un'azienda solida a garanzia del futuro occupazionale per tutti gli operai dell'area.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati