Mafia, sequestro di auto e moto a esponente del clan di Messina

MESSINA. La sezione misure di prevenzione del tribunale di Messina ha disposto il sequestro di un Audi A3, di una smart e di una moto honda 600 a Nicola Tavilla, 46 anni, per gli inquirenti appartenente prima al clan mafioso Sparacio e poi a quello De Luca di Messina. Il provvedimento scaturisce dal procedimento che il 24 febbraio 2006 aveva imposto a Tavilla per quattro anni la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno a Messina. Il Gico della Guardia di Finanza segnalò alla Dda la necessità di effettuare accertamenti patrimoniali sul conto dell'uomo e si scoprì che auto e moto risultano di proprietà dei figli di Tavilla che però dal 2008 al 2010 non hanno svolto nessun lavoro. Tavilla e la moglie inoltre non dichiararono alcun reddito pur riuscendo ad acquistare le automobili e il motociclo. Nel luglio scorso la Dia di Messina aveva già confiscato a Tavilla beni mobili e immobili nell'inchiesta 'Grano Maturo'. La confisca riguardò il negozio di parrucchiere della moglie di Tavilla, una Porsche Boxter, una moto Honda X Eleven, una Saab 1.9, una Audi A6 e rapporti bancari e postali intestati alla coppia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati