Sicilia, Cronaca

Maltempo, allerta meteo per il Sud dalla Protezione Civile

Dalla sera di oggi, sono previste precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Calabria, Sicilia, Basilicata e Puglia. I fenomeni saranno accompagnati da frequente attività elettrica e da forti raffiche di vento

ROMA. Prosegue l'allerta meteo della Protezione Civile soprattutto per le regioni meridionali e quelle della fascia centrale ed adriatica dove il maltempo si và intensificando con temporali, vento sostenuto e attività elettrica. "Venti forti settentrionali da stasera sul Piemonte. Da domani al centro, al sud e sulle isole maggiori. La perturbazione di origine nord-atlantica, che in questi ultimi tre giorni ha colpito la penisola italiana, mantiene condizioni di spiccata instabilità, specie sulle regioni adriatiche centrali ed al sud, associate ad una forte ventilazione nei bassi strati", segnala, una nota della Protezione Civile.    "Sulla base di queste previsioni disponibili, il Dipartimento - prosegue il comunicato - ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quelli diffusi nelle giornate di ieri e dell'altro ieri, e che prevede, dalla sera di oggi, il persistere di venti forti con raffiche di burrasca sul Piemonte. Inoltre, sempre dalla sera/notte di oggi, sono previste precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Calabria, Sicilia, Basilicata e Puglia. I fenomeni saranno accompagnati da frequente attività elettrica  e da forti raffiche di vento". "Dalle prime ore di domani, 9 ottobre 2011, si prevedono precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale anche sulle regioni centrali adriatiche. I fenomeni - spiega la nota - saranno accompagnati da frequente attività elettrica e da forti raffiche di vento. Per domani è previsto inoltre il rinforzo dei venti fino a burrasca dai quadranti settentrionali su Sardegna, regioni centrali del versante adriatico e regioni meridionali".      Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l'evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati