Regione, marito dell'assessore è consulente: sindacati vogliono chiarezza

Nell'occhio del ciclone ingegnerie Manlio Averna che avrebbe un rapporto di lavoro con l'Asp di Siracusa ma l'incarico non risulterebbe nell'elenco dei consulenti. Sua moglie, Caterina Chinnici, dice: "E' stato scelto per il suo curriculum. Non si può addebitare a me l'eventuale inadempienza di coloro che dovrebbero controllare l'applicazione della legge sulla trasparenza che ho voluto"

PALERMO. Il Cobas/Codir, il sindacato che rappresenta il maggior numero di dipendenti della Regione siciliana, chiede al governo di fare chiarezza sulla presunta consulenza data al marito dell'assessore alle Autonomie, Caterina Chinnici.
L'ingegnere Manlio Averna avrebbe un rapporto di lavoro con l'Azienda sanitaria provinciale di Siracusa, ma l'incarico non risulterebbe nell'elenco dei consulenti pubblicato nel sito dell'Asp, come prevede la legge sulla trasparenza.
"Come risulta da diversi organi di stampa - si legge nella nota del sindacato - l'ingegner Averna ricoprirebbe il ruolo di consulente tecnico dell'Asp di Siracusa e, quindi, la sua consulenza dovrebbe essere regolarmente pubblicata".
"Ci aspettiamo, a questo punto - dicono Dario Matranga e Marcello Minio, segretari generali del Cobas/Codir - un intervento per ristabilire il rispetto della legge sulla trasparenza da parte dell'assessore alla Salute, Massimo Russo, che ha il compito di vigilare anche sull'Asp di Siracusa".

La replica di Russo
"Apprendo solo adesso che il dott. Manlio Averna, marito dell'assessore regionale Caterina Chinnici, ha un rapporto di consulenza con l'Asp 8 di Siracusa. La scelta del dott. Averna è certamente motivata dalle ben note capacità professionali, peraltro riscontrabili nel 'curriculum vitae' ma ritengo grave che la sua collaborazione non sia stata
tempestivamente segnalata sul sito aziendale, in difformità a quanto previsto dalla legge sulla trasparenza". Lo dice l'assessore regionale per la Salute, Massimo Russo, in merito alla denuncia del sindacato Cobas/Codir che ha segnalato l'anomalia.
"Mi riservo ulteriori approfondimenti - aggiunge Russo - per valutare la possibilità di un provvedimento disciplinare nei confronti di chi non ha rispettato la legge".

La reazione di Caterina Chinnici
"La legge sulla trasparenza, da me fortemente voluta, nella quale ho creduto e continuo a credere, deve essere applicata e chi non lo fa se ne assume la responsabilità. Certamente non si può addebitare alla sottoscritta l'eventuale inadempienza di coloro che dovrebbero controllare".
Lo afferma l'assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, dopo la segnalazione della mancata indicazione sul sito dell'Azienda sanitaria provinciale di Siracusa della nomina a consulente dell'ingegnere Manlio Averna.
"Mio marito - riprende l'assessore - ha partecipato a una selezione pubblica ed è stato scelto, in maniera trasparente, per via del suo curriculum e delle esperienze pregresse in tema di infrastrutture, anche nel campo sanitario. Qual è la responsabilità mia o sua se l'Asp non ha pubblicato il curriculum? Oppure si pretende che l'ingegnere Averna per il solo fatto di essere il marito di un assessore regionale interrompa la sua ultratrentennale attività professionale?".
"Non consento a nessuno - aggiunge l'assessore Chinnici - di mettere in discussione la mia onestà e correttezza, né quella della mia famiglia. Non c'é stato nessun coinvolgimento in un sistema politico distorto".
L'assessore sottolinea che "l'incarico che mio marito ha avuto dalla prefettura di Palermo per la discarica di Bellolampo risale al marzo del 2009, quando ancora non facevo parte del governo regionale". "E' veramente sconfortante - prosegue - constatare che si creano polemiche pretestuose su notizie suggestive, con il solo scopo di mettere in cattiva luce chi,
invece, fa e ha sempre fatto il proprio dovere con onestà, sacrificio e passione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati