Personale, spesa record per la Sicilia: 1,74 miliardi

I dati della Commissione per l'attuazione del federalismo fiscale. L'Isola vale quanto dieci regioni, quasi 350 euro per abitante, otto volte la spesa sostenuta dalla Lombardia che ha il doppio dei residenti

PALERMO. La Sicilia vale quanto dieci regioni. Almeno sotto il profilo dei costi per il personale. Nel 2010 ha speso per mantenere in vita la propria imponente macchina amministrativa 1,74 miliardi di euro. Quasi 350 euro per abitante, otto volte la spesa sostenuta dalla Lombardia che ha il doppio degli abitanti. E' quanto emerge dagli ultimi dati elaborati dalla Copaff, la commissione paritetica per l'attuazione del federalismo fiscale, diffusi stamane da Italia Oggi.
Per pagare i propri dipendenti le 15 regioni a statuto ordinario hanno staccato assegni per un totale di 2,3 miliardi di euro. La Sicilia da sola ne ha spesi 1,7. Ma l'espansione dei costi del personale sembra essere una costante per tutte le Regioni a Statuto Speciale: nel 2010 i dipendenti della provincia autonoma di Bolzano sono costati un miliardi, quelli di Trento 732 milioni, della Valle d'Aosta 263 milioni, e della Sardegna 271 milioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati