Palermo-Cagliari, le pagelle dei rosanero

Tzorvas 6
Due ottimi interventi nella ripresa sulle conclusioni di Nenè e Thiago Ribeiro. Sembra conquistare i cuori dei fans rosanero quando incappa nell'"infortunio" del gol di Conti. Una punizione che vede partire tardi e che restituisce la speranza al Cagliari.
Pisano 6
Più sicuro rispetto alle prime partite. Se la cava bene quando Nènè si allarga a sinistra e anche quando Cossu va a prendere palla sulla sua fascia. Non tira mai indietro la gamba, una prestazione vigorosa seppure con qualche incertezza in fase di palleggio.
Silvestre 6
Tiene per mano la difesa. Primo tempo impeccabile, ripresa con qualche affanno. In un'occasione non si capisce con Migliaccio e Cossu si trova la palla tutto solo in area di rigore. Risente del calo generale della squadra sul piano atletico.
Migliaccio 6
Vale un po' il discorso fatto per Silvestre. Bravo di testa (anche se Nenè in un'occasione beffa tutti i difensori rosa), bravo nell'anticipo non perde mai la calma; unica defaillance nel finale quando si fa infilzare dalla percussione centrale di Nainggolan sul secondo gol del Cagliari.
Balzaretti 6
In recupero rispetto Bergamo. Comincia alla grande e il gol di Bertolo nasce da una sua ottima percussione a sinistra. Deve migliorare l'intesa con Zahavi, che tende ad accentrarsi. Gli manca ancora un pizzico di esplosività ma non si ferma mai.
Bertolo 6,5
Si fa trovare pronto. Mangia lo schiera a sorpresa al posto di Ilicic e l'argentino risponde con una prestazione generosa e più lucida delle precedenti. Si trova la palla sul destro in area e non sbaglia con grande freddezza. Esce dal campo tra gli applausi, col modulo 4-4-2 può diventare una pedina importante.
Barreto 6,5
Fin quando il Palermo corre tutto nella stessa direzione Barreto è un abile direttore d'orchestra. Bravo anche a raddoppiare su Cossu. Per tutto il primo tempo sembra l'anima della squadra. Nella ripresa cala anche lui, ma resta tra i migliori in maglia rosanero.
Della Rocca 6
Ritrova la maglia titolare e conferma di avere senso della geometria e buona corsa. Accusa con tutta la squadra una netta flessione atletica, finisce impiegato a sinistra.
Zahavi 6,5
Il suo gol, uno dei più rapidi della storia rosanero, è una perla di rara bellezza. Una sventola d'esterno destro sul quale Agazzi non può nulla. Parte a sinistra, tende ad accentrarsi, è sempre tra i più lucidi della squadra. Poi si accende la spia della riserva, quando è necessario coprirsi un po' Mangia lo tira fuori.
Miccoli 6
Nel primo tempo sbaglia un gol fatto e ne risente. Non è in una grandissima giornata, ma quando segna su punizione da posizione impossibile il Barbera gli cade ancora ai piedi.
Pinilla 6
Un sei di incoraggiamento. Sgomita e lotta come un leone su ogni palla ma non calcia mai a rete. E in qualche occasione tiene troppo la palla tra i piedi. Non è ancora il miglior Pinilla ma avere fatto novanta minuti è una buona base di partenza.
Aguirregaray sv
Difficile valutare il debutto del giovane uruguaiano. Sembra avere buone doti di corsa. Tampona a sinistra e ogni tanto prova a ripartire.
Acquah 6
Porta un po' di energie in mezzo al campo, ma non riesce a trascinare in avanti la squadra. Sbaglia nel finale un facile contropiede.
Hernandez sv
Va in campo quando la squadra è in affanno e non entra mai in partita.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati