False richieste di badanti, 7 indagati a Palermo

Sei cittadini italiani e a un extracomunitario sono accusati di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e di aver presentato aveva presentato 14 domande di regolarizzazione fasulle

PALERMO. Un avviso di conclusione indagini é stato notificato a Palermo a sei cittadini italiani e a un extracomunitario accusati di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.
L'attività investigativa, condotta dalla polizia, é iniziata circa due anni fa, quando è stata presentata una denuncia da una persona che era stata convocata in prefettura per regolarizzare la pratica di un extracomunitario a seguito di richiesta di emersione dal lavoro nero. Ma l'interessato sconosceva l'esistenza della pratica.
Un omonimo dell'uomo, falsificando i dati anagrafici e la documentazione, tra cui una certificazione dell'Asl da cui si evinceva il bisogno di un badante, aveva presentato domanda di per poter regolarizzare un extracomunitario. Da qui i poliziotti hanno scoperto che l'intero nucleo familiare aveva presentato circa 14 domande di regolarizzazione, dietro l'erogazione di somme che variavano dai 500 a 3000 euro.
L'extracomunitario aveva il compito di presentare gli stranieri ai cittadini italiani e per questo sua intermediazione pretendeva denaro. La Procura di Palermo, esaminando i dati raccolti dai poliziotti del commissariato Oreto-Stazione, ha indagato 7 persone. Per 12 extracomunitari irregolari è stata proposta l'immediata espulsione dal territorio italiano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati