La sua casa all'asta, donna si incatena a Catania

CATANIA. Una donna di 70 anni, Maria Pia Abramo, stamane alle 10.30 si è incatenata davanti al Palazzo di Giustizia di Catania per chiedere una sospensione di un procedimento esecutivo del Tribunale Civile di Catania che prevede il pignoramento di diversi beni e la vendita all'asta della casa dove abita. Una sentenza della prima sezione civile della Corte d'Appello etnea infatti la obbliga a pagare una parcella di 500 mila euro di compensi professionali per un progetto, non approvato, riguardante un terreno di sua proprietà 50 mila mq in contrada Allegra a Gravina di Catania. "Stamane sono qui - ha detto la donna - per chiedere una sospensione del procedimento che, altrimenti, mi getterebbe sul lastrico e dovrei vivere da barbona non avendo redditi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati