Palermo, protesta di Cisl e Uil contro l'immobilismo

PALERMO. Cisl e Uil manifesteranno assieme in Sicilia giovedì 22 settembre davanti a palazzo dei Normanni e Palazzo d'Orleans dove sono attese oltre tremila persone provenienti da tutta l"isola.  
La protesta ha al centro la richiesta di tre provvedimenti di legge e di alcuni atti amministrativi.    
 "Da qui al 22 - dicono i sindacati - si terranno attivi sindacali in ogni provincia. Vogliamo riportare all'attenzione generale, con la manifestazione, i temi fondamentali della crisi economica e sociale. Per rompere l'immobilismo della politica sempre più attorcigliata su se stessa e attorno a stanchi riti pre-elettorali".     
"Desideriamo - hanno spiegato Maurizio Bernava, segretario della Cisl Sicilia e Claudio Barone, numero uno regionale Uil  - scuotere il governo regionale e la politica locale ad affrontare con priorità assoluta la drammatica crisi economica e sociale che attanaglia la regione".     
Alla manifestazione del 22, hanno puntualizzato i sindacati, "non è invitato alcun partito politico".
I tre provvedimenti di legge rivendicati da Cisl e Uil, riguardano: l'incentivazione dello sviluppo, del lavoro specialmente giovanile, delle imprese e della produttività, nel superamento dei vecchi sistemi di contribuzione a pioggia; la riorganizzazione della sanità per "realizzare in quattro anni la medicina territoriale e l'integrazione dei servizi socio-sanitari (per ridurre l'incidenza del 55% di spesa del settore, sul bilancio regionale)".
Il terzo provvedimento chiesto dai sindacati è la "riduzione strutturale dei costi della politica, dei livelli amministrativi e di gestione delle amministrazioni, con l'obiettivo di arrivare al dimezzamento di questi costi entro il 2013".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati