Napolitano a Palermo, omaggio a La Loggia

Il Capo dello Stato arrivato in città questa mattina: “Manovra? Non vi affannate senza motivo, non mi imbardo in dichiarazioni”

PALERMO. Il Capo dello Stato Giorgio Napolitano ha partecipato a sala d'Ercole, l'aula del Parlamento siciliano, alla celebrazione dei cento anni della nascita di Giuseppe La Loggia, uno dei padri dell'autonomia siciliana. Il presidente della Repubblica è stato accolto dal vice presidente della Regione siciliana, prefetto Giosué Marino, e dal presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Francesco Cascio.  Alla cerimonia partecipano rappresentanti delle istituzioni e autorità. Presente Enrico La Loggia, presidente della bicamerale per il federalismo.
 "Non vi affannate senza motivo. Non mi imbarco in dichiarazioni. Sono qui per onorare una grande personalità del Parlamento italiano e dell'Assemblea regionale siciliana, Giuseppe La Loggia":  ha detto a Sala d'Ercole. Napolitano alle 17,30 andrà allo Steri, sede nel XVII secolo del tribunale dell'inquisizione spagnola in Sicilia, per visitare le carceri dell'edificio restaurato recentemente. Subito dopo, il capo dello Stato interverrà al 25° convegno della Società italiana di scienza politica dal titolo "Rifare gli italiani per stare in Europa", organizzato alla facoltà di Ingegneria dell'università in viale delle scienze.
Domattina, invece, è in programma una visita privata alla basilica di San Domenico, seguita dalla lectio magistralis tenuta dallo storico Lucio Villari all'Istituto di storia patria.



LA LOGGIA: AVERE IL PRESIDENTE E' UN PRIVILEGIO. "Siamo tutti quanti grati al Capo dello Stato Giorgio Napolitano per il privilegio che ha voluto dare a questa manifestazione con la sua presenza. E' un segno di attenzione nei confronti di Giuseppe La Loggia, che fu artefice dell'autonomia e tra i primi sostenitori dello statuto speciale dei siciliani". Lo ha detto il presidente della commissione bicamerale per l'attuazione del federalismo, Enrico la Loggia, figlio del padre dell'autonomia siciliana, di cui oggi ricorre il centenario della nascita, celebrato con una cerimonia a Palazzo dei Normanni, sede dell'Assemblea regionale siciliana. "Le sue idee - ha aggiunto La Loggia, a margine della cerimonia - a quel tempo sembrarono avveniristiche, non ebbero tutto il respiro che avrebbe dovuto avere. Oggi solo l'Alto Adige ha la tripla A".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati