Cenere dall'Etna: apertura limitata dell'aeroporto

L'emissione è la tredicesima dall'inizio dell'anno. L'unità di crisi riunita stamani ha previsto sei movimenti l'ora per gli arrivi fino alle 18. Inevitabili i ritardi

CATANIA. Dalle 8.13 di stamane è in corso sull'Etna una nuova attività parossistica del vulcano, caratterizzata da fontane di lava ed emissione di cenere. E' la tredicesima dall'inizio dell'anno. L'attività ha origine dal nuovo cratere formatosi alla base del Cratere di Sud-est del vulcano. La situazione sul vulcano è costantemente monitorata dagli esperti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania.
La cenere lavica è spinta dal vento in direzione Sud-Sud-Est e per questo motivo l'unità di crisi dell'aeroporto di Catania ha deciso di predisporre un'apertura limitata dello spazio aereo. Sono previsti sei movimenti l'ora per gli arrivi fino alle 18, mentre le partenze sono svincolate e saranno gestite a seconda della disponibilità dello spazio aereo. Inevitabili i ritardi. Lo rende noto la Sac, la società che gestisce lo scalo aereo etneo, aggiungendo che i passeggeri potranno informarsi sulla stato dei voli consultando le compagnie aeree e che ritardi e modifiche all'operativo sono riportati anche sul sito www.aeroporto.catania.it. "Eventuali variazioni, causate dall'attività del vulcano e da mutate condizioni meteo- conclude la Sac - saranno tempestivamente comunicate sul sito e agli organi di informazione. L'unità di crisi resta riunita per monitorare la situazione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati