Alfano: "Berlusconi candidato nel 2013"

Il segretario del Pdl: "La leadership del Cavaliere non è in discussione, e non abbiamo bisogno di una consultazione popolare. La manovra? Sarà fatta in tempi record"

ROMA. "Il governo sta rispondendo con uno strumento nazionale, una legge, a una crisi internazionale. Lo faremo tenendo i saldi invariati e in tempi record". Lo ha detto il segretario del Pdl, Angelino Alfano, parlando con i giornalisti a margine della prima festa nazionale de "I popolari d'Italia domani" in corso a Summonte, in provincia di Avellino. Alfano rispondendo alle domande dei giornalisti sull'appello del Capo dello Stato ha detto che oggi "con ogni probabilità la Commissione concluderà i lavori. Poi toccherà all'Aula. Lo faremo in tempi record".


Alfano ha poi parlato anche della leadership di Berlusconi all'interno del Pdl: "Nel 2013 Silvio Berlusconi sarà di nuovo il candidato premier. La coalizione vive della sua leadership ed è stato proprio Berlusconi l'uomo in grado di garantire l'unità, la coesione, la governabilità".  Per Alfano il partito "non ha bisogno di fare una consultazione popolare per sapere che Berlusconi è il leader".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati