Palermo, università: boom di richieste per i test di accesso

Oltre duemila in più le domande di iscrizione rispetto all’anno scorso e un plotone di 27.000 partecipanti si presenterà alle prove di selezione che inizieranno il primo settembre. Solo uno su tre avrà il posto

PALERMO. In aumento la partecipazione ai test d’accesso alle facoltà universitarie, oltre duemila in più le richieste di iscrizione rispetto all’anno scorso e un plotone di 27.000 partecipanti si presenterà alle prove d’accesso che inizieranno il primo settembre. Grande affollamento per le professioni sanitarie a Medicina che tocca il massimo delle preferenze.
Molto alti i tassi di partecipazione anche per le facoltà di Farmacia, dove si presenteranno in media 4,6 pretendenti per ciscuno dei 260 posti disponibili. A seguire nell’ordine delle preferenze c’è la facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali: 5.390 partecipanti che si contenderanno le circa mille iscrizioni disponibili, tasso di partecipazione 3,71 studenti per ogni posto.
Ai minimi storici Scienze politiche: ci sono 530 posti e 622 concorrenti, il rapporto è quasi uno a uno, 1,17 per ogni posto disponibile e rappresenta il fanalino di coda dell’Ateneo nella classifica della partecipazione ai test d’ingresso.
Grandi possibilità di conquistare l’iscrizione a Ingegneria (laurea triennale), sono infatti 1.400 i posti e 2.215 gli iscritti e il tasso di partecipazione è basso, 1,58. Mentre per Ingegneria edile (laurea magistrale) il tasso di partecipazione è di 2,71: 271 partecipanti e cento posti.
Nella classifica delle possibilità, dopo Scienze politiche si colloca la facoltà di di Agraria, Viticoltura ed Enologia (30 posti e 45 iscritti, tasso di partecipazione 1,50). A seguire Economia con 864 partecipanti e 310 posti (tasso di partecipazione 1,75), la facoltà di Lettere (partecipazione 1,77, 2.083 iscritti per 1.180 posti), Scienze della formazione dove si presenteranno 2.758 candidati per 1.411 posti (il tasso di partecipazione è di 1,95). A Scienze motorie oltre settecento partecipanti per 330 possibilità (2,16). Tasso di partecipazione 2,17 per le lauree triennali di Architettura (651 partecipanti e 300 posti), 2,79 la partecipazione per la laurea magistrale in Architettura (864 partecipanti e 310 posti).
Sono ad accesso libero le lauree in Agroingegneria, Scienze e tecnologie agrarie e Scienze forestali della facoltà di Agraria, la laurea magistrale di Giurisprudenza. Per questi percorsi i test hanno la finalità di saggiare le conoscenze iniziali. Soddisfatto dei grandi numeri il rettore Roberto Lagalla, «la richiesta conferma la fiducia degli studenti e delle loro famiglie nell’istituzione universitaria palemitana».
Si parte il primo settembre, il percorso lo spiega il professor Vito Ferro, delegato del rettore per la didattica: «Dopo la prova di lingua italiana riservata ai soli studenti stranieri, che si farà nel territorio nazionale il primo settembre, dal 2 avranno inizio le prove finalizzate a conquistare uno degli 8.774 posti messi a concorso. Il numero elevato di iscrizioni - ricorda il professore Ferro - evidenzia che ogni potenziale matricola ha deciso di partecipare a più di un test per aumentare le probabilità».
Lo stesso delegato per la didattica indica una delle novità di quest’anno: «L’Ateneo ha recentemente bandito i 287 posti del corso di laurea magistrale, unico in Sicilia, in Scienze della formazione primaria della facoltà di Scienze della formazione: per questo corso la procedura di iscrizione on line al test di accesso sarà disponibile sul sito web di Ateneo a partire dal primo settembre».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati