Sicilia, Cronaca

Aliscafo contro gli scogli, il comandante si difende

Giuseppe Banano: "Non procedevamo a velocità eccessiva. Non ci sono stati urti, né schianti contro gli scogli, ma solo una strisciata contro la banchina"

PALERMO. "La descrizione data dai media dell'incidente di ieri non corrisponde a quanto è accaduto veramente. Non procedevamo a velocità eccessiva. Non ci sono stati urti, né schianti contro gli scogli, ma solo una strisciata contro la banchina e i passeggeri sono scesi tranquillamente, senza grida o pianti, sulla terra ferma". Ridimensiona l'incidente accaduto ieri sera all'aliscafo della Ustica Lines in viaggio da Porto Empedocle a Lampedusa il comandante, Giuseppe Banano, che tre anni fa, sempre sulla stessa imbarcazione, aveva vissuto un episodio analogo. Allora l'aliscafo urtò la diga foranea del porto di Trapani. Banano fu indagato per disastro navale e patteggiò una condanna a un anno e otto mesi. Stesso reato gli viene contestato oggi dalla Procura di Agrigento che non l'ha ancora sottoposto a interrogatorio. "Mi sono stati fatti degli esami - spiega - come accade in questi casi per vedere se avessi fatto uso di alcol o droghe, ma sono sereno perché sono astemio e non assumo stupefacenti".
Il comandante racconta quindi così quanto accaduto ieri: "Stavo per attraccare, il marinaio aveva già gettato la cima. Ho cercato di attivare il timone, ma non ha risposto ai comandi e allora ho attivato con successo la valvola di riserva, ma ero già vicino alla banchina e l'aliscafo ha strisciato lateralmente". A proposito dei passeggeri che sostengono che l'imbarcazione andava troppo veloce Banano risponde: "Le macchine erano praticamente ferme e così doveva essere visto che sulla banchina di Linosa manca il respingente, l'ammortizzatore che para eventuali colpi dei natanti che attraccano". "I passeggeri sono scesi tranquillamente - prosegue - e l' equipaggio insieme a un pompiere di Linosa ha turato la piccola falla che si era aperta. I vigili del fuoco sono arrivati alle 23 e comunque sono stato io a chiedere loro di portare una pompa di riserva per aspirare l'acqua imbarcata. L'ho fatto per precauzione". Banano ha 38 anni e 10 di esperienza da comandante, tra l'altro per la Grimaldi. Non teme provvedimenti da parte della compagnia: "Sono con me, me l'hanno detto", spiega. E sull' incidente di tre anni fa dice: "In quel caso fu colpa dei fanali del porto che non erano regolamentari e non si vedevano bene. Ripetere un'esperienza drammatica come quella è dura, ma non è giusto che si butti fango su di me".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati