La lega di A respinge l'accordo: sciopero più vicino

No alla firma sul contratto collettivo. A rischio la prima giornata di campionato

ROMA. La Lega di serie A dice no alla firma dell'accordo per il contratto collettivo. Lo sciopero per la prima giornata di campionato è dunque più vicino. "L'Assemblea di Lega ha respinto a larga maggioranza, 18 contro 2, l'intesa con l'Aic", ha spiegato il presidente di Lega Maurizio Beretta. "Il testo firmato dall'Assocalciatori non può essere sottoscritto se non c'é l'integrazione dei due punti sui quali già ci eravamo espressi", ha spiegato Beretta al termine dell'accesa assemblea di Lega che ha detto no alla proposta di accordo del contratto collettivo dei giocatori.
I nodi restano l'articolo 4 che riguarda il contributo di solidarietà che secondo i club deve essere totalmente a carico dei giocatori e l'articolo 7 che secondo la Lega deve prevedere l'assoluta autonomia dello staff tecnico di organizzare gli allenamenti dei giocatori. L'assemblea ha votato a larga maggioranza per il no (18 voti a 2) "respingendo l'idea di aderire al testo già firmato dall'Aic considerandolo non sufficiente", ha sottolineato Beretta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati