Morti "sospette" a Ragusa, il sindaco chiede accertamenti

Dipasquale, nella qualità di coordinatore dei sindaci della provincia iblea, ha chiesto al manager dell'Asp 7 "un'urgente relazione sulle cause dei decessi dei tre pazienti"

RAGUSA. Dopo le tre morti sospette nell'Asp 7 di Ragusa, il sindaco di Ragusa, Nello Dipasquale, chiede chiarimenti al manager Ettore Gilotta.
"La morte di Orazio Giunta rappresenta l'ultima, tragica tappa di una stagione di decessi apparentemente inspiegabili - afferma Dipasquale - che ha interessato le nostre strutture ospedaliere nel corso dell'estate. Forte è l'allarme sociale e viva la preoccupazione dei cittadini che si interrogano, assieme alle autorità preposte, sulla sussistenza di eventuali casi di malasanità, dai quali peraltro finora il nostro territorio mi pare sia stato sotto questo profilo esente".
Dipasquale, proprio nella qualità di coordinatore dei sindaci della Provincia di Ragusa, ha chiesto al manager dell'Asp 7 un'urgente relazione sulle cause della morte dei tre pazienti. Nel giro di una settimana, infatti, nell'ospedale civile di Ragusa hanno perso la vita il bancario Orazio Giunta, 57 anni, dopo che un infermiere gli ha iniettato una flebo per curare un versamento pleurico, precedentemente diagnosticato; un pensionato di 80 anni, anemico, per una trasfusione effettuata in ritardo, almeno secondo la denuncia dei familiari.
Nell'Ospedale 'Guzzardi' di Vittoria è morta, invece, una donna di 59 anni, per una rickettsiosi trasmessa per una pulce di topo, inizialmente si era parlato di una puntura di zecca. Per tutti e tre i casi di presunta malasanità sta indagando la Procura di Ragusa che ha disposto l'esame autoptico sulle tre salme.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati