Liti in spiaggia ad Agrigento, orecchie strappate a morsi

Due gli episodi: a San Leone e sulla spiaggia Pisciutto di Licata. Le vittime sono il gestore di uno stabilimento balneare e un diciottenne emigrato in Germania

AGRIGENTO. Botte ad orbi, risse in spiaggia e soprattutto, nei due episodi, due orecchie staccate a morsi. Il primo caso risale al pomeriggio di ieri. Un uomo ha litigato con il gestore di uno stabilimento balneare di San Leone, ad Agrigento, e con un morso gli ha strappato il lobo dell'orecchio sinistro. Il piazzaiolo del locale, accorso in aiuto del suo datore di lavoro, è stato, invece, colpito con una sedia alla testa. I due uomini sono stati portati al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio" dove è stata diagnosticata loro una prognosi di 15 e 10 giorni. La polizia indaga per identificare l'autore dell'aggressione.
Il secondo episodio risale alla notte di Ferragosto sulla spiaggia Pisciotto di Licata (Ag). Lì un uomo ha strappato l'orecchio sinistro a un diciottenne emigrato di Campobello di Licata, residente in Germania e rientrato nell'Agrigentino per una breve vacanza. La vittima si trova ricoverata nel reparto di chirurgia dell'ospedale Civico di Palermo. Il diciottenne, durante la lite, ha avuto una testata in faccia che gli ha provocato anche la caduta di tre denti e poi il morso che gli ha asportato l'orecchio. Indaga la polizia: il giovane avrebbe detto di non aver visto in volto il responsabile dell'aggressione.    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati