Schifani ricorda gli agenti uccisi: "Eroi nella lotta alla mafia"

Il presidente del Senato ha scritto un messaggio al questore di Palermo, Salvatore Zito, in occasione della cerimonia in memoria di Beppe Montana, Ninni Cassarà, Roberto Antochia, Antonino Agostino e Ida Giovanna Castelluccio

PALERMO. "Eroi che ora vivono attraverso chi quotidianamente conduce la loro stessa battaglia". Così il Presidente del Senato, Renato Schifani, nel messaggio  al Questore di Palermo, Salvatore Zito, in occasione della cerimonia i memoria di Beppe Montana, Ninni Cassarà, Roberto Antochia, Antonino Agostino e Ida Giovanna Castelluccio, assassinati dalla mafia.    "Signor Questore, non potrò essere tra voi alla cerimonia in ricordo di Beppe Montana, ucciso il 28 luglio 1985, Ninni Cassarà e Roberto Antiochia, assassinati il 6 agosto dello stesso anno, Antonino Agostino e Ida Giovanna Castelluccio, ammazzati il 5 agosto 1989, nell'anniversario della loro morte per mano mafiosa.


I loro nomi - scrive Schifani - ci richiamano all'urgenza di proseguire nell'impegno incessante contro la piaga della criminalità organizzata, che troppo ha insanguinato la nostra amata Sicilia e ne ha frenato il potenziale di sviluppo. senso del dovere, lavoro, giustizia, incrollabile fede nel trionfo finale dei valori più alti dello Stato, dove le coscienze sono veramente libere perché garantite dal comune rispetto della legge. Questi sono i valori nei quali hanno creduto gli eroi civili che oggi ricordiamo, e che ora vivono attraverso chi quotidianamente conduce la loro stessa battaglia. agli uomini della Polizia - conclude - va la mia sempre viva riconoscenza e ai familiari la mia commossa vicinanza e gratitudine".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati