Rugby, accordo con Zamparini per il nuovo stadio

All’interno della Favorita sono state individuate due aree degradate. Si tratta del campo Rom, in fase di smantellamento e dell’ex campo Bianco. "Abbiamo quasi pronta una richiesta da inoltrare al sindaco Diego Cammarata ed agli assessori preposti per farci affidare una delle due"

PALERMO. La necessità di un nuovo impianto per il Palermo Rugby, dopo l’abbattimento del Velodromo che farà posto al nuovo stadio del Palermo, era stata intuita anche dal patron del Palermo Maurizio Zamparini. Che aveva raggiunto l’accordo con il numero uno del Palermo Rugby, Fabio Rubino sulla sistemazione del Diamante che sarebbe stato trasformato in uno stadio da rugby. «Con Zamparini ci siamo incontrati – dice Rubino – ed abbiamo fatto le dovute valutazioni. Per trasformare il Diamante in uno stadio da rugby occorrono parecchi soldi e comunque creeremmo dei disagi alle società di baseball che giocano lì. Ora, con il patron del Palermo, abbiamo ideato una nuova soluzione che sarà presentata al Comune nei prossimi giorni».


All’interno della Favorita sono state individuate due aree degradate. Si tratta del campo Rom, in fase di smantellamento e dell’ex campo Bianco. «Abbiamo quasi pronta una richiesta da inoltrare al sindaco Diego Cammarata ed agli assessori preposti per farci affidare una di queste due aree che Zamparini trasformerà in uno stadio da rugby ad arte con tanto di strutture sportive secondarie, quali palestra e piscina, adatte alle nostre esigenze, ma aperte anche ai palermitani che hanno voglia di giocare a rugby. Per noi, poi, sarebbe fondamentale avere una struttura simile, non solo per le nostre ambizioni di diventare “grandi” in poco tempo, ma anche per proseguire con i nostri progetti di impegno nel sociale.


Primo fra tutti, il progetto “Fare squadra per vincere” che vede impegnati centinaia di ragazzi dei quartieri a rischio nel gioco del rugby. Un modo per tenerli lontani dai pericoli della strada». Secondo Rubino il Comune potrebbe solo trarre giovamento da una simile operazione. «Il Comune ha solo da guadagnarci da questa operazione che sarebbe per loro a costo zero». Sul fronte acquisti ancora tutto top secret. «Stiamo facendo un buon lavoro insieme al dirigente Ninni Pisciotta – dice – E stiamo costruendo una squadra forte. La più forte che abbia mai avuto. L’obiettivo è quello di centrare la promozione. E vogliamo avere i mezzi per farlo». La ripresa degli allenamenti è prevista per il 20 agosto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati