Sicilia, Cronaca

La movida notturna a Palermo: ecco la navetta che ti porta in giro tra i locali

"Nightshuttle" trasporta il cliente da casa fino al pub preferito in tutta sicurezza e comodità. E' attivo da un anno e conta già mille tesserati. L'idea è dell'associazione no-profit “NoStress” che sta progettando un servizio diurno per lo shopping

PALERMO. Uscire la sera ed essere trasportati da casa propria fino al locale preferito eliminando i problemi di parcheggio e con la libertà di divertirsi senza perdere punti nella patente o, peggio, causare incidenti. Ecco il “Night Shuttle”, il servizio di navetta notturna, attivo a Palermo da poco più di un anno, che offre la possibilità di girare in città e tornare a casa in tutta sicurezza e comodità.
Il progetto, partito nel febbraio dell'anno scorso, è nato da un'idea di Filippo Genovese, figlio di trasportatori e oggi presidente di “No Stress”, l'associazione no-profit rivolta alla sicurezza stradale e alla movida notturna che gestisce il servizio.
Attiva dal lunedì alla domenica, dalle 18.30 fino alle 4 del mattino, l'iniziativa conta oggi circa mille associati e una ventina di navette con una capienza che va dagli 8 ai 59 posti. Per usufruirne basta associarsi e pagare con una tessera ricaricabile. “I bus si muovono in giro per Palermo e provincia. - spiega Caterina Di Francesco, direttore commerciale dell'associazione – Il cliente prenota mezz'ora prima il proprio viaggio, telefonando o collegandosi al sito www.nightshuttle.it. La navetta lo andrà a prendere direttamente a casa e lo accompagnerà dove preferisce, dal locale al teatro, dalla palestra a casa dell'amico. Siamo pronti a soddisfare qualsiasi esigenza. Abbiamo anche effettuato alcuni viaggi adattati ai turisti o per compleanni”. Prezzi alla portata di tutti e convenzioni che agevolano il cliente. “Per chi si muove all'interno della città il costo è di 2.50 euro per ogni tratta. Per chi si muove fuori dal perimetro cittadino, ad esempio verso Mondello o Cefalù, il costo è di 5 euro a tratta. - aggiunge Di Francesco – Inoltre, effettuando una consumazione in uno dei locali affiliati, il viaggio di ritorno viene offerto dal locale stesso”. Tra i nuovi progetti che partiranno a settembre, è in cantiere un “un servizio diurno per la copertura dello shopping in giro per i negozi: sarà il singolo commerciante a pagare la convenzione e la corsa di ritorno per il cliente che va a fare shopping nel suo negozio. E altre convenzioni sono in programma anche con il settore alberghiero della città”.
L'unica nota dolente si trova nel rapporto tra l'associazione e la pubblica amministrazione e riguarda i fondi. L'associazione, infatti, gode del patrocinio del Comune e della Provincia di Palermo, ma si tratterebbe di “un patrocinio che funziona solo sulla carta”, sottolinea Caterina Di Francesco. “Per questo i ragazzi dell'organizzazione – composta da dieci autisti, quattro promoter e due segretarie -  si auto-sovvenzionano”, impegnandosi al massimo per far funzionare qualcosa in cui credono ma con tutte le difficoltà che un mancato accordo porta con sé.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati