Spiagge di Palermo sporche, le puliranno gli ex Pip

Da lunedì in azione 180 persone che da sei mesi percepivano un sussidio senza svolgere alcuna mansione. Non sarà interessata soltanto la costa, ma anche tutte le strade interne

PALERMO. Sulle spiagge arrivano anche gli ex Pip. Da lunedì entreranno in azione in 180, personale sotto l'orbita del dipartimento regionale Rifiuti e acque, che da sei mesi percepivano un sussidio senza svolgere alcuna mansione. Si rafforza, così, la squadra impegnata nella pulizia del litorale. Da una parte la Gesip, quotidianamente occupata nella bonifica di Vergine Maria, Addaura, Arenella, Barcarello e via Messina Marine, dall'altra la convenzione tra la Regione e Palermo Ambiente - la società che gestisce il personale - che metterà in campo gli ex Pip per la tutela degli arenili. Non sarà interessata soltanto la costa, ma anche tutte le strade interne: le unità si occuperanno anche della raccolta dei rifiuti ingombranti.
Quindici box metallici saranno dislocati nelle varie circoscrizioni come postazione per la sorveglianza e sistemazione per gli attrezzi impiegati per il risanamento. Da piazzale Lennon a via Corleone, da via Lanza di Scalea a Largo Leone XIII, da via Cappello a via D'Aosta, fino a Via Colbe, via XXVII Maggio, via Cimabue, piazza Santa Cristina, via Li Bassi, via Iemma, via Antilope, via Alcione. Un gabbiotto, poi, sarà posizionato all'Addaura nei pressi del Roosvelt, ma saranno poste sotto la lente di ingrandimento anche le zone interne della borgata, come via Giovanni Da Cartagena, ricettacolo di immondizia e ramaglie. Previsti, nei prossimi giorni, anche presidi fissi a Barcarello e Sferracavallo. Il personale, lavorerà cinque giorni alla settimana, dal lunedì al venerdì, per sei ore quotidiane. Ci saranno due turni: dalle 7.30 alle 13.30 e dalle 13.30 alle 19.30.
Non si ferma, nel frattempo, l'attività della Gesip sul fronte della tutela ordinaria dei litorali, «in attesa della modifica del contratto di servizio alla società, per affidarle stabilmente l'incarico non appena arriveranno i fondi ministeriali. La prestazione sarà finalmente completa e oltre a garantire pulizia e vigilanza - sottolinea l'assessore alla riqualificazione urbana della costa Michele Pergolizzi - fungerà anche da deterrente alla formazione di discariche abusive. L'eliminazione dei rifiuti ingombranti sarà un passo avanti per rilanciare lo sviluppo lungo la costa, sperando anche in un maggiore senso civico da parte di tutti i cittadini».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati