Sicilia, Qui Palermo

Pisano: "Pronto a sostituire Balzaretti"

L'ex giocatore del Varese sarebbe la prima scelta per prendere il posto del terzino della Nazionale nella gara di giovedì tra Palermo e Thun. "Io sono pronto, poi sceglierà il mister"

PALERMO. Eros Pisano è pronto. Se Federico Balzaretti non dovesse recuperare, l’ex giocatore del Varese c’è. E sarebbe a disposizione per prendere il posto del terzino della Nazionale nel primo impegno ufficiale tra tre giorni contro il Thun in Europa League al Barbera. Nessuna gufata particolare, ci mancherebbe, da parte dell’ex Varese su Balzaretti, ma Pisano sa che questa sarebbe un’occasione importante per mettersi subito in luce agli occhi di Pioli. E pazienza se questa occasione dovesse giocarsela in un ruolo non suo. Pisano circa un mese fa, infatti, si era presentato come terzino destro di una difesa a quattro e come un giocatore più abituato a difendere che ad offendere. In ritiro, invece, si è trovato a confrontarsi con una difesa a tre, a giocare come quarto di centrocampo e spesso a sinistra e gli è stato chiesto di proporsi di più in attacco.
Pisano, pronto per tutti i ruoli. «Ma non mi sono fatto problemi a stare a sinistra, così come a essere provato in altri ruoli. Non è cambiato più di tanto. E poi dimostrare di essere impiegato in più ruoli, può offrire più chances di giocare. Ma non ho ancora parlato col mister sulla possibilità di giocare giovedì a sinistra al posto di Balzaretti, però sa che sono pronto».
"Cassani resta? Pronto per la competizione". Ma se deve fissare un punto di riferimento, più che a Balzaretti Pisano, per motivi di ruolo, guarda in particolare a Cassani. Chissà, magari se il terzino destro rosanero fosse andato alla Lazio, questa cessione avrebbe spianato la strada a Pisano sulla corsia di destra dello scacchiere titolare di Pioli. Ma Pisano afferma di non essersi strappato i capelli quando ha saputo della mancata cessione di Cassani. «Io sono sempre stato concentrato su me stesso, su questa esperienza che mi rende molto felice. Non facevo caso più di tanto al fatto che lui rimanesse o meno. Anzi, con Cassani in gruppo ho la possibilità di imparare di più e poi la sana competizione può fare solo bene e poi sceglierà il mister chi fare giocare».
Pisano, il jolly del Palermo. Insomma, Pisano è stato il jolly del ritiro. «Il bilancio del periodo trascorso a Malles è positivo, sono soddisfatto. Ho lavorato bene con tutta la squadra però ho ancora tanto da imparare da chi è qui e in particolare devo imparare a prendere le misure giuste. Per esempio giocare a destra è diverso che farlo o sinistra».
"Europa, Thun più in forma ma noi...". Capitolo, Europa League. Eros non vede l’ora di vivere questa nuova esperienza, ma non si pone traguardi. «Sappiamo che il Thun è davanti a noi per quanto riguarda la preparazione e per questo noi dobbiamo stare ancora più attenti dal punto di vista della concentrazione. Obiettivi? Adesso è difficile fissarli, l’unica cosa certa è che in ogni partita il Palermo scenderà in campo per dare il massimo. A partire da giovedì».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati