Furto di 20 stampi di ghisa: fermato un catanese

TORINO. Il responsabile della sicurezza della società Fontana di Nichelino (Torino) - Massimo Grasso, di 34 anni, di Misterbianco (Catania) - è stato fermato dai Carabinieri per ricettazione nell'ambito delle indagini sul furto di 20 stampi di ghisa compiuto nei giorni scorsi nel deposito di Leinì (Torino) della stessa ditta.    Gli stampi, del peso di 15 tonnellate ciascuno e del valore complessivo di due milioni di euro, erano destinati allo stampaggio di lamierati per auto del gruppo Fiat e sono stati ritrovati a Volpiano (Torino), nella società Metalfer, i cui due titolari sono stati denunciati per incauto acquisto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati