Butera, stop al gioco dell’oca sgozzata

PALERMO. Le proteste degli animalisti, alla fine, hanno vinto su una tradizione cruenta. Dopo duecento anni il gioco dell'oca sgozzata in piazza nel giorno di ferragosto a Butera, un paese in provincia di Caltanissetta, non si farà più. Addio manichino acciuffa oca, addio animale penzolante a testa in giù da una corda, giubilo e battimani del pubblico, addio pianti dei bambini colpiti da tanto orrore. Lo annuncia Enrico Rizzi,coordinatore nazionale del Partito animalista europeo all'agenzia Geapress, che si occupa della tutela degli animali, dopo una riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza della Provincia di Caltanissetta alla presenza del sindaco di Butera, Luigi Casisi. Rizzi e Casisi nei giorni scorsi erano stati al centro di roventi polemiche nelle tv locali sull'assurdità del cruento gioco.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati