Spazio, sonda Dawn in orbita attorno a Vesta

ROMA. La sonda della Nasa Dawn è stata catturata dalla gravità del più grande asteroide del Sistema Solare, Vesta, e diventa così il primo veicolo spaziale ad entrare in orbita attorno ad uno dei corpi celesti primitivi che si trovano fra Marte e Giove.     
La sonda e il grande asteroide sono distanti dalla Terra 188 milioni di chilometri. A bordo della sonda si trova anche uno strumento italiano, lo spettrometro Vir (Visual and Infrared Spectrometer), realizzato da Agenzia spaziale italiana (Asi) e Istituto nazionale di astrofisica (Inaf). Anche grazie ad esso sarà possibile catturare immagini e dati che permetteranno di studiare il grande asteroide. I corpi celesti di questo tipo possono infatti essere considerati fossili cosmici, vere e proprie miniere di informazioni sulle prime fasi di formazione del nostro sistema planetario.     
La sonda della Nasa continuerà ad orbitare attorno a Vesta per un anno, inviando a Terra immagini e dati che aiuteranno a ricostruire le origini del Sistema Solare.     
Lanciata nel settembre 2007, Dawn ha impiegato circa quattro anni per raggiungere Vesta. Cerere non è la meta finale del lungo viaggio di Dawn: nel 2012 la sonda ripartirà alla volta di Cerere, recentemente promosso a piccolo pianeta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati