Palermo, bilancio approvato: buone notizie per la Gesip

Nel documento previsti i 45 milioni promessi da Roma per la società ma non ancora arrivati. I contratti però scadono venerd'. Alle case famiglia andranno circa 700 mila euro

PALERMO. Dopo ventotto ore surreali Sala delle Lapidi approva un bilancio che consente di salvare in extremis il Festino di Santa Rosalia. E di potere «incamerare» i 45 milioni di euro del governo in arrivo per la Gesip la cui proroga del contratto scade dopodomani. Il festino sarà all'jnsegna dell'austerity, con un budget ridotto a 400 mila, e con le manifestazione collaterali in pericolo.  Accantonata la delibera sulla Tarsu, quella con la quale si intendeva portare al 100 per cento il tasso di copertura del servizio e potere così utilizzare i 6 milioni e 200 mila euro derivanti dalla lotta all'evasione. Soluzione che non è andata giù al Pdl.

Accordo per destinare 700 mila euro alle case famiglia che si occupano del disagio psichico,  e 500 mila euro dall'avanzo presunto. Sette milioni, inoltre, sono stati stanziati come quota di compartecipazione comunale per non perdere i 44 milioni dei fondi ex Gescal (riqualificazione di Borgo Nuovo e Sperone) prelevati dal piano delle alienazioni. Cinque milioni, inoltre, vanno per acquistare l'area della ex stazione Sampolo messa in vendita dalle Ferrovie. Sì anche alla proposta di Salvatore Orlando, Idv, di destinare 1,2 milioni a un portale dei servizi on-line del Comune da far gestire a Sispi. Sì a 450 mila euro per la messa in sicurezza del Teatro Politeama e a 580 mila euro per la riqualificazione della foce del fiume Oreto che sarà affidata alla società Spo, senza incarico dopo il passaggio dei pip alla Regione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati