Caltanissetta, scioperano i netturbini senza stipendio

Gli operatori di Nissambiente da ieri non raccolgono i rifiuti. Si rischia una nuova emergenza

CALTANISSETTA. Nuovo sciopero selvaggio a Caltanissetta dei netturbini che da ieri non raccolgo i rifiuti in città perché reclamano il pagamento degli stipendi. Stamani il liquidatore dell'Ato ambiente Cl1, Elisa Ingala, ha incontrato i rappresentanti sindacali dei lavoratori di Nissambiente ai quali ha assicurato la disponibilità a versare 400 mila euro, di cui 200 mila provenienti dalle casse del Comune di Caltanissetta, con impegno formale del sindaco Michele Campisi, e altri 200 mila dall'Ato Ambiente. La situazione però si è aggravata sempre stamani in quanto "Nissambiente", la società che gestisce la raccolta dei rifiuti, ha chiesto all'Ato 850 mila euro, necessari a pagare gli stipendi di giugno ai lavoratori. La somma rappresenta parte del corrispettivo di maggio e l'intero canone di giugno che l'Ato mensilmente deve versare al "Nissambiente".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati