Tagli alla scuola, manifestazione a Palermo

La protesta di circa duecento lavoratori tra tecnici, amministrativi e personale ausiliario. Corteo per le vie del centro

PALERMO. Circa duecento lavoratori tra tecnici, amministrativi e personale ausiliario delle scuole siciliane ha aderito a Palermo alla manifestazione regionale indetta dai sindacati contro i tagli alla scuola pubblica. Pullman di lavoratori sono arrivati da diverse provincie della Sicilia. Un corteo è partito da Piazza Verdi sfilando per le vie del centro fino alla sede della prefettura. Flc Cgil, Cisl, Uil scuola, Snals Confsal e Gilda Unams hanno chiesto un incontro con il prefetto di Palermo, Umberto Postiglione, per discutere degli effetti dei 'tagli' al personale Ata.
"Molti di questi lavoratori da trent'anni lavorano nelle scuole siciliane e adesso si trovano senza alcuna prospettiva per effetto dei tagli - dice il segretario regionale della Flc Cgil Giusto Scozzaro - che incidono sul corretto funzionamento delle scuole e mettono a rischio la sicurezza degli alunni". "Servono almeno 500 unità di personale in più i tagli - aggiunge -  Metteremo il prefetto al corrente di questa situazione, sono problemi che non possono essere sottovalutati". In Sicilia, già dal prossimo anno scolastico, sono previsti 1.584 posti di Ata in meno: 1.173 collaboratori scolastici, 322 assistenti amministrativi e 89 tecnici.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati