Solidarietà del presidente dell'Ordine ai giornalisti minacciati

PALERMO. "Le ennesime minacce di morte contro due cronisti colpevoli solo di fare il proprio dovere di informare i lettori sono la dimostrazione, caso mai ce ne fosse bisogno, di come una stampa libera e indipendente dia sempre fastidio ai poteri affaristico-mafiosi". Lo dice il presidente dell'Ordine dei giornalisti della Sicilia, Vittorio Corradino, commentando le minacce di morte ricevute dai cronisti Gianfranco Criscenti, collaboratore da Trapani del Giornale di Sicilia e dell'agenzia Ansa, e Giuseppe Pipitone, del mensile "I quaderni de L'Ora". "Nell'esprimere la più ferma condanna per il grave gesto di intimidazione - prosegue - ai due  colleghi va la solidarietà dell'Ordine dei giornalisti e l'invito a continuare a raccontare i fatti e a svolgere il proprio lavoro senza paura né reticenze".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati