Fiera del Mediterraneo, pignorati gli stipendi dei dipendenti

L’ente pieno di debiti. Il presidente dell’Ars Cascio: “Con un emendamento alla legge di riforma delle Asi cercheremo di salvare i soldi dei lavoratori. Il futuro? L’area potrebbe diventare centro congressi”

PALERMO. Niente stipendi per i dipendenti della Fiera del Mediterraneo a Palermo. Le somme sono state pignorate dai creditori che ormai da tempo sono inferociti nei confronti dell’ente. "Ritengo molto preoccupante la situazione in cui versano i dipendenti della Fiera del Mediterraneo, per cui ho concordato con l'assessore Venturi l'inserimento di un emendamento all'interno della legge di riforma delle Asi che abbiamo incardinato, affinché la Regione possa intervenire prontamente per dichiarare l'impignorabilità degli stipendi e rasserenare i lavoratori nelle more della decisione sulla sorte dell'Ente”, ha detto il presidente dell'Ars, Francesco Cascio.
"Con l'assessore Venturi - ha aggiunto Cascio - abbiamo ragionato anche dell'ipotesi di convertire l'area oggi dedicata alla Fiera in un centro congressi, che potrebbe rivelarsi strategico per l'economia siciliana". "Sono certo - ha concluso Cascio -  che questo emendamento troverà la sensibilità dei deputati, perché è un dovere istituzionale sostenere le professionalità e i dipendenti che ad oggi hanno lavorato per l'ente".  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati