Baby pensionati alla Regione, giusto dare lo stop

La giunta regionale ha approvato un provvedimento che punta ad abolire quello che, per molti versi, appare un privilegio. Si tratta della legge che, estendendo a dismisura la regola nazionale, ha consentito il baby-pensionamento dei dipendenti per gravi motivi di famiglia. Una norma corretta in linea di principio (non far mancare l’assistenza ai congiunti ammalati). Tuttavia, non priva di aspetti controversi. Per carità: tutto regolare. C’era la legge e chi ne aveva diritto l’ha utilizzata. La colpa non è dei beneficiati ma dei beneficianti. Per l’abrogazione ora serve il voto dell’Ars. Speriamo che arrivi presto. Le ragioni sono evidenti. Innanzi tutto per mettere al riparo i bilanci. Poi per evitare la rincorsa finale alla pensione prima che si chiudano i cancelli. E infine per migliorare il prestigio della Regione: con leggi come questa è davvero difficile per la Sicilia presentarsi ai tavoli nazionali e chiedere ancora aiuti e sovvenzioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati